1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Tsunami petrolio: l’oro nero sfonda quota 104 dollari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata di forti rialzi per i mercati: ieri è salito tutto, dall’oro all’euro, dal petrolio alle Borse; unico sconfitto, il dollaro, che ha toccato il minimo storico a quota 1,5302 punti per un euro, anche se poi la chiusura, in Europa, è avvenuta appena sotto, a 1,5282 dollari. E record, ancor più netto, è stato per il petrolio: l’oro nero ha guadagnato costantemente nel corso delle contrattazioni, fino a toccare il record assoluto di quota 104,64 per barile. Tra i fattori che hanno fatto da propellente per questa nuova, folle corsa del greggio il principale è venuto sicuramente dalla conferma degli attuali tetti di estrazione quotidiana: nonostante le richieste delle nazioni consumatrici, in prima fila, gli States, l’Opec ha difeso i livelli attuali, rifiutandosi di agevolare la discesa dei prezzi con maggiori estrazioni.