1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Trionfo del Pd mette le ali a Piazza Affari, sprint di bancari e Telecom Italia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’esito delle elezioni europee, con la vittoria schiacciante del Pd, ha fatto da volano al rally di Piazza Affari. Il partito guidato dal premier Matteo Renzi ha conquistato il 40,8% dei consensi quasi doppiando il Movimento a 5 Stelle, fermatosi a poco più del 21%. Netta sconfitta degli euroscettici che ha dato linfa al rally di Piazza Affari che ha aperto l’ottava segnalandosi come la migliore piazza finanziaria europea. Il Ftse Mib ha così fermato le lancette a quota 21.493 punti, in progresso del 3,61%.

“La speranza ha avuto il doppio dei voti della rabbia”, ha rimarcato Renzi che vede l’esecutivo durare fino al 2018 con la strada spianata per implementare il processo riformatore. L’effetto elezioni ha spinto al ribasso lo spread Btp-Bund sceso in area 160 punti base.
La Borsa di Milano ha visto il rally soprattutto dei titoli bancari. In particolare Bper ha guadagnato oltre il 9%, seguita da Bpm con un balzo del 7,15% dopo la conclusione dell’aumento di capitale da 500 milioni di euro. L’offerta in opzione si è chiusa con la sottoscrizione del 99,48% del totale delle azioni offerte, per un controvalore complessivo di 497.146.891,23 euro.
Balzo del 4,82% e 4,23% per le due big bancarie di Milano, Unicredit e Intesa Sanpaolo. Tra gli altri titolo spicca il +6,45% di Telecom Italia, mentre Pirelli è salita di oltre il 3% dopo il raggiungimento dell’accordo sull’entrata di Rosneft nel capitale.