1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Trading online: l’andamento dei mercati pesa sui risultati di Directa SIM

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il 2016 è stato un anno difficile per gli intermediari, penalizzati dal pessimo avvio d’anno che fu registrato 12 mesi fa e dal nervosismo che ha attanagliato i mercati finanziari nel corso di tutto il 2016.

In questo contesto, Directa SIMpA ha visto una contrazione del 33% rispetto al 2015 del valore dell’intermediato sul mercato azionario italiano a 21,65 miliardi di euro.

A conferma delle difficoltà generale del mercato, il calo dell’intermediato che ha interessato l’intera Borsa Italiana: nel 2015 la contrazione è stata del 22%.

La contrazione dell’intermediato è stato accompagnato da un calo degli eseguiti, con quelli sull’MTA diminuiti del 17% a 2,09 milioni.

La tendenza ha peraltro interessato anche Wall Street, nonostante i massimi storici toccati nel corso del 2016 da diversi indici della Borsa americana. Gli eseguiti dei clienti di Directa SIMpA sul mercato americano si sono attestati a 71.767, valore in contrazione del 15% sul 2015.

Estendendo la view al numero di contratti Futures/CFD su IDEM, CME, EUREX, più gli ordini FOREX su LMAX Exchange, si nota che il calo è stato dell’11% a 1,6 milioni.

Il 2016 non è stato un anno solamente caratterizzato dal segno meno per l’intermediario piemontese. Se il numero delle convenzioni tra Directa SIMpA e gli istituti di credito è sceso da 207 a 200, a causa di alcuni accorpamenti che hanno interessato le banche italiane, il numero di clienti operativi ha registrato un aumento del 2% a 18.384.

“Dopo il brusco calo iniziale delle quotazioni, il 2016 è stato per il trading dei privati, almeno fino a novembre, un anno di crisi che si è riflessa sia nei nostri volumi intermediati sia nei ricavi”, ha commentato i risultati reddituali 2016 l’ing. Mario Fabbri, amministratore delegato di Directa.

Il manager dell’intermediario piemontese, pioniere del trading online in Italia e nel mondo, ha tuttavia voluto evidenziare come Directa abbia “tenuto ferma la politica di investimenti e miglioramento sistematico del servizio, con il rilascio tra le altre cose della nuova piattaforma dLite, utilizzabile allo stesso modo su smartphone, tablet e PC e che sta ottenendo crescente gradimento e diffusione tra i trader”.