Tra S&P su Usa e crisi debito sovrano anche titoli di Stato vivono una seduta nervosa -2

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Diventa più difficile per la penisola iberica finanziarsi sul mercato con l’aumentare dei timori per una ristrutturazione del debito della Grecia. Madrid ha collocato titoli per un totale di 4,66 miliardi di euro, ma ha dovuto pagare tassi più alti a fronte di un calo della domanda. Il Tesoro spagnolo ha collocato titoli a un anno per 3,5 miliardi di euro al tasso medio del 2,77%, in rialzo rispetto al 2,128% dell’asta del 15 marzo scorso, e la domanda è calata superando l’offerta di 1,63 volte contro le 2,37 volte di un mese fa. Assegnati anche 1,15 miliardi di bond a 18 mesi al tasso medio del 3,364% contro il 2,436% di un analogo collocamento di marzo. Il rapporto bid-to-cover (fra domanda e offerta) vede un ridimensionamento a 2,04 da 3,51 del mese scorso. Ma è stato S&P’s a incutere più paura.