1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Lavoro ›› 

Tra famiglia e lavoro, un milione e mezzo di donne sceglie il part-time

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le donne tra i 25 e i 54 anni che si occupano di figli, famiglia, parenti bisognosi in Italia sono 8 milioni 378mila. Lo dice l’Istat nel suo ultimo rapporto «La conciliazione tra lavoro e famiglia», che evidenzia come il 68,8% delle donne al Centro/Nord e il 34,6% al Sud e nelle Isole abbia un reddito col quale, nel 90% dei casi, partecipa all’economia familiare per almeno il 40%.
Le donne si rivelano quindi un pilastro della famiglia e del mondo lavorativo, che vengono conciliati spesso tramite il lavoro part time, scelto da circa un milione e mezzo di donne tra i 25 e i 54 anni.
L’Italia però ha meno fiducia nel regime del part-time per le donne, secondo l’Istat. Nel Nord Europa invece circa l’80% delle donne ha scelto questa soluzione.
Ma allora le donne stanno meglio o peggio nell’era del post femminismo? Stando ai dati del Censis, il 79% degli italiani (soprattutto uomini) pensa che stiano meglio, ma il 7% delle persone crede che la situazione sia in realtà peggiorata. Tra questa fetta di persone, il 10,3% delle donne ritiene di essere stata ostacolata dagli uomini incontrati sul loro cammino, mentre il 5,6% crede che siano state le donne stesse a non essere riuscite ad emanciparsi.
Sta di fatto che, sempre secondo il Censis, le donne beneficiano di minor tempo libero rispetto agli uomini: ben 7 ore settimanali in meno.