1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Lavoro ›› 

Tra curriculum e Linkedin, vince la lettera di presentazione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ci sono manager che preferiscono il tradizionale cv cartaceo e altri convertiti alla selezione dei profili sui professional network, ma la cosa che mette tutti d’accordo è la lettera di accompagnamento. E’ quanto emerge da una recente ricerca condotta dalla società di recruiting specializzato Robert Half, che dimostra come la maggioranza dei manager coinvolti nel processo di selezione (71%) ponga l’accento soprattutto sulla lettera di motivazione che accompagna la candidatura. Circa il 18% dei manager interpellati preferisce, invece, il curriculum tradizionale, anche non accompagnato da una lettera di motivazione, mentre l’11% dichiara di accontentarsi di un link al profilo del candidato su un professional network come Linkedin. “La lettera di presentazione continua a essere importante e può essere perfino decisiva per riuscire a ottenere un colloquio di lavoro – commenta Carlo Caporale, associate director Robert Half -, ma affinché sia davvero efficace deve essere chiara, sintetica e allo stesso tempo comunicare i punti di forza e la motivazione al cambiamento”. La ricerca è stata condotta su un campione di circa 2 mila manager in tutto il mondo, di cui 200 in Italia.