1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Tornano le vendite sui listini europei

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le Borse europee hanno archiviato la seduta con segno meno. A pesare sugli scambi sono state le preoccupazioni sul settore bancario europeo, dopo il downgrade di Fitch su BNP Paribas e la revisione al ribasso da parte di Credit Agricole delle stime di utili della sua controllata greca Emporiki. A questo si è aggiunta una Wall Street fiacca. Così a Londra l’indice Ftse ha chiuso in calo dello 0,92%, il Cac40 di Parigi ha ceduto lo 0,78% e il Dax di Francoforte è scivolato dello 0,41%. Sul fronte macro, gli spunti non sono mancati. L’indice Ifo business climate tedesco si è attestato a giugno a 101,8 punti dai 101,5 del mese precedente (le attese erano ferme a 101,2 punti), mentre l’Inghilterra ha rivisto le stime di crescita per il 2010-2011. Il ministro britannico delle finanze del Regno Unito, George Osborne ha annunciato che sono state abbassate le stime di crescita del Paese per il 2011 da +2,6% a +2,3% e indicato una crescita pari all’1,2% per l’anno in corso.
Tra i titoli, le banche hanno guidato i ribassi. Soprattutto quelle francesi, come Bnp Paribas (-1,94%) e Credit Agricole (-4,73%). Sulla prima si è abbattuta la scure di Fitch, che ha tagliato il rating di BNP, citando un “deterioramento” della qualità degli asset della compagnia. Il rating a lungo termine della prima banca francese è stato ridotto di un livello a AA- da AA, mentre l’outlook è stato confermato stabile. Credit Agricole ha invece annunciato un piano di ristrutturazione per Emporiki, banca greca sua controllata. Il piano 2009-2013 prevede il ritorno alla profittabilità nel 2012 e la prospettiva di crescita negli anni successivi. Il piano avrà come conseguenza una svalutazione della partecipazione detenuta dalla banca francese in Emporiki Bank pari a circa 400 mln di euro, che verrà inclusa nei conti semestrali al 30 giugno 2010.

Commenti dei Lettori
News Correlate
Audizione governatore Federal Reserve

Powell (FED): “UE non è nemica degli USA”

Smentisce le parole del presidente Donald Trump pronunciate qualche giorno fa alla vigilia del summit Nato il numero uno della FED, Jerome Powell. “Crede che l’Unione europea sia un nemico …

Summit a Washington

Dazi: il prossimo 25 luglio incontro Trump-Juncker

Il prossimo 25 luglio il presidente della Commissione ue, jean-Claude Juncker, incontrerà il presidente degli USA Donald Trump a Washington. L’incontro verterà sulla questione commerciale come sottolinea la stessa Commissione …

Dati Ufficio statistica nazionale

Gran Bretagna: occupazione a livelli record

In Gran Bretagna l’occupazione ha raggiunto un livello record nei tre mesi fino a maggio e le pressioni salariali hanno mostrato pochi segni di riduzione, mantenendo la Banca d’Inghilterra sulla …