Torna a salire la febbre sui bond periferici: titolo Stato portoghesi sempre più cari -1

Inviato da Redazione il Mer, 15/12/2010 - 13:46
Torna a salire la febbre sui bond periferici, sotto le raffiche della tempesta del debito sovrano. Riproponendo un copione ormai noto agli addetti ai lavori, sull'allerta di Moody's sull'economia spagnola, gli spreads sono tornati ad allargarsi. Il possibile declassamento del rating della Spagna annunciato dall'agenzia di rating ha riportato d'attualità i timori di un'accelerazione del rischio contagio in Eurolandia. Oggi lo spread tra il rendimento del bond iberico a dieci anni e quello del bund tedesco, considerato sempre l'investimento più sicuro dell'Eurozona, si è allargato a oltre 260 punti base, con il rendimento del titolo di Stato spagnolo salito al livello record del 5,66%. Poco importa se la solvibilità dei conti pubblici spagnoli non è stata messa in dubbio da Moody's e se dal canto suo Madrid spera di convincere l'agenzia di rating a non tagliare il merito di credito, prima della scadenza dei tre mesi fissati dall'agenzia di rating, come detto il ministro delle Finanze spagnolo Elena Salgado, la pazienza degli investitori è di nuovo stata messa a dura prova.
COMMENTA LA NOTIZIA