Tony Blair farà part-time da Jp Morgan

Inviato da Marco Barlassina il Gio, 10/01/2008 - 11:58

L'ex primo ministro inglese, Tony Blair, va a Wall Street. Assumerà infatti la carica di advisor di Jp Morgan in ambito politico e strategico. Si tratta del primo incarico di Blair da quando ha lasciato Downing Street nel giugno dello scorso anno. L'ingresso di un esponente di spicco del mondo politico in una delle grandi case d'investimento non è però una novità. George H.W.Bush, il padre dell'attuale presidente degli Stati Uniti, a sua volta ex inquilino della Casa Bianca, è infatti advisor del gruppo di private equity Carlyle. Lo stesso gruppo del quale fa parte anche il predecessore di Blair, John Major. Il caso di Blair non è quindi isolato. Accaparrarsi la ricca agenda e i contatti dell'ex leader politico di turno può d'altro canto rappresentare un consistente punto di forza per molte istituzioni finanziarie, tanto da spingerle spesso a delle vere e proprie gare per ottenere un sì alle offerte di advisory.

Non sono stati resi noti i termini economici dell'accordo. Secondo stime comunque il compenso annuo dovrebbe superare le 500mila sterline, una cifra che andrebbe ad aggiungersi agli incassi dalle attività intraprese da Blair dopo l'uscita dalla vita pubblica. L'ex primo ministro ha infatti avviato la partecipazione a un circuito di conferenze internazionali e ha siglato un contratto con la casa editrice Random House per la pubblicazione della sua biografia. Il Financial Times, il primo organo di informazione ad aver riportato la nomina sul suo sito internet, riferisce però anche di altre future cariche di Blair presso gruppi privati.

COMMENTA LA NOTIZIA