Tonfo di Wall Street sulla volata del petrolio

Inviato da Redazione il Lun, 09/06/2008 - 08:24
Venerdì Wall Street è caduta con un tonfo sonoro per via del nuovo record del petrolio e dell'aumento dei disoccupati negli Usa. Il Dow Jones ha ceduto il 3,13% finendo a quota 12209,81, l'S&P500 è scivolato del 3,09% e il Nasdaq ha perso il 2,96% attestandosi a 2474,56 punti. La Borsa americana si è affossata sotto i colpi un greggio, che ha messo a segno un nuovo record a 138,5 dollari, a causa di nuove tensioni sull'Iran. L'impennata è stata tale da causare una sospensione degli scambi dei future sul New York Mercantile Exchange, un evento che non si verificava dal 1991. Ma non son solo. Dal fronte macro è arrivato un tasso dei senza lavoro negli Stati Uniti salito in maggio al 5,5%, con un balzo senza precedenti negli ultimi 22 anni. Sul fronte societario, numerosi i titoli sotto pressione, da General Electric a Citigroup e Aig.
COMMENTA LA NOTIZIA