1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Tod’s: per Credit Suisse sarà un 2014 controverso, rating giù a neutral e tp a 105

QUOTAZIONI Tod's
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tod’s non è più così attraente per Credit Suisse. Il broker svizzero ha ridotto il giudizio sul gruppo italiano della pelletteria, portandolo a neutral dal precedente outperform, e contemporaneamente ha abbassato il target price a 105 euro dai 125 euro precedenti, dopo aver tagliato del 10% le stime sul 2014. “Ci piacciono ancora gli attributi di questa azienda italiana del lusso di alta qualità – spiegano gli analisti nella nota odierna – ma
abbiamo sottovalutato l’aggravarsi delle turbolenze a breve termine che portano a declassamenti materiali. Crediamo che la valutazione non sia più attraente”.
Secondo Credit Suisse, Tod’s sarà un titolo controverso nel 2014: i risultati del 2013 hanno mancato le attese (anche se di poco) e la guidance sulle vendite per la prima parte del 2014 è risultata deludente, tanto da portare una revisione delle stime di consenso per l’anno in corso. Tuttavia, gli analisti rimangono fiduciosi su un’accelerazione della crescita di Tod’s nel 2015 grazie a quattro fattori: un miglioramento del comparto retail in Italia; 2) le opportunità derivanti dalla penetrazione negli Stati Uniti; 3) una crescita convincente e prospettive di redditività per Roger Vivier; 4) una potenziale di espansione dei margini a lungo termine. Senza contare eventuali ipotesi di M&A che potrebbero fornire un valido sostegno alle azioni.
Il prossimo appuntamento con Tod’s è fissato per il 14 maggio, quando la società pubblicherà i conti del primo trimestre.