Tlc: Credit Suisse vede ancora possibili upside nel 2010, BT tra le preferite

Inviato da Valeria Panigada il Lun, 11/01/2010 - 10:54
L'anno appena iniziato riserverà ancora qualche upside per il settore europeo delle telecomunicazioni. Ne sono convinti gli analisti di Credit Suisse, che confermano nella nota diffusa oggi la loro posizione overweight sul comparto. "Alcuni aspetti positivi rimangono - sostengono gli esperti - vediamo una minima sottovalutazione e una crescita dei dividendi moderata ma sufficiente da suggerire alcuni upside". Il punto interrogativo del 2010, secondo il broker svizzero, riguarderà il mobile che dovrà migliorare sulla scia della ripresa economica. Chi volesse puntare sul comparto, Credit Suisse suggerisce British Telecom e la belga Telenet, tra le sue favorite. Giudizio positivo (outperform) anche per la spagnola Telefonica, il cui target price è stato alzato da 19,5 a 22,5 euro sulla previsione di un rimbalzo della Spagna e una continua crescita in America Latina, e la britannica Vodafone per la potenziale ripresa del mobile in Europa. Da evitare invece Telecom Italia, il cui rating viene confermato a underperform, e Telekom Austria che vede ridursi il target price da 12 a 10 euro. France Telecom invece è stata bocciata oggi a neutral, per riflettere il maggior rischio interno, scivolando allo stesso gradino della tedesca Deutsche Telekom.
COMMENTA LA NOTIZIA