1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Tlc: arrivo Iliad preoccupa soprattutto Telecom Italia, guerra sui prezzi peserebbe sull’ebitda

QUOTAZIONI Telecom Italia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
E’ arrivato ieri l’atteso via libera della Commissione Europea alla fusione tra 3 Italia e Wind. L’operazione è subordinata alla cessione di attività in misura sufficiente a consentire l‘ingresso sul mercato di un nuovo operatore, la francese Iliad. New entry che potrebbe alterare gli attuali equilibri sul mercato italiano della telefonia mobile considerando soprattutto la politica aggressiva sui prezzi dell’operatore francese. 
Il rischio per gli attuali operatori, in particolare Telecom Italia e Vodafone, è la possibile riduzione dei  ricavi per cliente e di conseguenza una minore marginalità. Ieri l’amministratore delegato di Telecom Italia, Flavio Cattaneo, ha commentato l’ok dell’UE alla fusione 3-Wind come una buona notizia con Tim pronta a fronteggiare la concorrenza di Iliad grazie alla qualità della sua offerta. 
Gli analisti si interrogano sulle possibili ricadute su Telecom Italia. Secondo Barclays un calo di 1 euro dell’Arpu mobile retail significherebbe per Vodafone una flessione dello 0,6% dei ricavi, mentre per Telecom Italia l’impatto sarebbe negativo dell’1,6%. Ogni riduzione addizionale di 1 euro costerebbe un ulteriore 0,5% per Vodafone e 1,5% per Telecom Italia. “Assumendo un margine del 100%, l’impatto sarebbe maggiore a livello di ebitda”, ammonisce Barclays ipotizzando una flessione dell’ebitda nell’ordine dell’1,8% (Vodafone) e del 3,8% (Telecom) in caso di diminuzione di 1 euro dell’Arpu mobile retail. Ogni riduzione addizionale di 1 euro costerebbe rispettivamente un ulteriore -2% e -4%. Ipotizzando che Iliad raggiunga una quota di mercato del 6% abbinata a un calo dell’Arpu del 3%, l’impatto sui conti di Vodafone sarebbe di un -0,5% sui ricavi del gruppo, mentre per Telecom Italia l’impatto è sostanzialmente triplo (-1,6%). A livello di ebitda il contraccolpo sarebbe di -1,6% per Vodafone e -3,8% per Telecom Italia.  
Barclays ha rating underweight su Telecom Italia, mentre su Vodafone la raccomandazione è overweight.