Titoli Telecom ancora a ruba a Piazza Affari, per Citi è troppo lo sconto con il settore

Inviato da Micaela Osella il Ven, 07/01/2011 - 11:49

E' ancora caccia grossa a Piazza Affari per i titoli Telecom Italia. Le azioni del gruppo tlc non battono ciglio al nervosismo del mercato e si portano in vantaggio del 2,03% a 1,055 euro. Che l'interesse attorno a questa storia di Borsa sia alta lo provano anche i volumi: sono, infatti, già passati di mano 61,5 milioni di pezzi oltre la media giornaliera delle ultime trenta sedute di 56 milioni di pezzi. Dall'altra parte negli ultimi dodici mesi il titolo ha perso il 9,44% e lo 0,86% nell'ultimo mese.

Adesso è tempo di recuperare: secondo gli analisti lo sconto tra Telecom Italia e i suoi concorrenti è diventato troppo importante. Questa mattina a dirlo sono stati anche gli esperti di Citigroup. Il broker ha infatti alzato questa mattina la raccomandazione sulle azioni ordinarie ordinarie e risparmio di Telecom, portandola da hold a buy e migliorato anche il target di prezzo sulle ordinarie a 1,20 euro dai precedenti 1,10 euro.
 
Nella loro analisi gli analisti della banca spiegano che la nuova valutazione su Telecom affonda le radici in una migliore valutazione del business nella telefonia fissa in Italia e della controllata in Brasile, Tim Brasil che dal 2010 registra miglioramenti sostanziali. Dopo cinque anni di deboli performance di Borsa per il titolo Telecom, l'azione quota nettamente a sconto rispetto alla media del settore.
 
Il 2011 potrebbe essere l'anno della svolta? E' presto per dirlo di questi tempi di listini in tempesta, ma gli analisti di Citigroup ci credono. Un punto a favore di Telecom è anche la carta del dividendo. A loro avviso la società guidata da Franco Bernabè potrebbe decidere di aumentare il dividendo. Una mossa vincente: riporterebbe il rendimento del titolo più vicino alla media del settore.
COMMENTA LA NOTIZIA