1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Titoli Gemina sospesi in Borsa per eccesso di rialzo: mkt scommette su aumento tariffe

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Titoli Gemina sospesi per eccesso di rialzo in Borsa. Le azioni del gruppo che controlla Adr sono stati “fermati” in progresso del 16% a 0,5085 euro. A mettere le ali alla holding che controlla Aeroporti di Roma sono state le parole del presidente di Adr Fabrizio Palenzona che, nel corso di un’audizione alla commissione Trasporti alla Camera, ha sottolineato la necessità di un quadro regolamentare e tariffario certo e di valore comparabile con quello degli altri grandi aeroporti europei dove i diritti sono in media dell’80% superiori a quelli italiani. Solo ieri Mario Valducci, presidente commissione Trasporti della Camera aveva dichiarato che le tariffe aeroportuali potrebbero essere aumentate entro fine anno per sostenere gli investimenti del sistema. Secondo gli analisti si tratta di indicazioni positive perché confermano il sempre maggiore consenso “politico” circa un ipotesi di aumento delle tariffe.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

WALL STREET

Borse Usa partono deboli, l’outlook spinge Big Lots

Dopo aver aggiornato i massimi storici, Wall Street parte debole in vista del weekend lungo a causa del Memorial Day (lunedì prossimo mercati chiusi). Nei primi scambi il Dow Jones segna un rosso dello 0,07% mentre S&P500 e Nasdaq scendono entrambi d…

MERCATI

Banche e oil continuano a penalizzare le borse europee

Rosso di mezzo punto percentuale per l’indice Stoxx 600, penalizzato dalle vendite che stanno colpendo il comparto bancario (-1,31% per l’indice di riferimento), gli energetici (-1,16%) e l’automotive (-0,99%).

All’indomani del meeting dell’Opec …