Titoli di Stato: debacle Banco Espirito Santo non crea rischi sistemici per titoli sovrani (analisti)

Inviato da Titta Ferraro il Ven, 11/07/2014 - 11:02
Riflettori nuovamente puntati sui bond periferici dell'eurozona in scia ai timori legati alle difficoltà del Banco Espirito Santo. "Non pensiamo che in Portogallo i problemi derivanti dal debacle del Banco Espirito Santo debbano essere visti come un problema sistemico per i titoli sovrani e riteniamo che gli effetti di contagio siano esagerati e probabilmente aggravati dal posizionamento e dalla scarsa liquidità", commenta oggi Martin Harvey, che gestisce portafogli a reddito fisso e copre i Titoli di Stato Europei in Threadneedle Investments.
"Le nazioni periferiche continueranno ad affrontare mini-crisi sporadiche a causa dei profondi problemi strutturali che le loro economie e i sistemi finanziari devono affrontare - prosegue Harvey - . Crediamo che l'economia portoghese sia migliorata poichè la profondità della crisi e delle politiche di sostegno da parte della BCE dovrebbero consentire che questo miglioramento continui. In questo contesto, le obbligazioni portoghesi offrono un valore a medio termine e manteniamo le nostre posizioni sia in obbligazioni a 5 che 10 anni".
COMMENTA LA NOTIZIA

COMMENTI

  • marco ricci 11/07/2014 11:27

    Siamo alle solite..... e peggio ancora ai soliti sterili comunicati che tentano di "insabbiare" la pericolosità di tali eventi, scordando che gli "eventi sistemici" come li chiamano loro non sono altro che speculazione di mani forti che possono innescarla come e quando vogliono infischiandosene di tutta (e ribadisco tutta) la politica a qualunque livello sia... ne è la prova che a livello di regole e speculazione finanziaria nulla è cambiato !!!