1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Tiscali sotto la lente di Goldman Sachs

QUOTAZIONI Tiscali
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I numeri di bilancio di Tiscali resi noti ieri non sono passati inosservati agli analisti di Goldman Sachs. In una nota fresca di giornata Chris Agnew, esperto della merchant bank, ha fatto i conti in tasca all’Isp, confermando il rating in-line sul titolo con fair value a 3 euro. Ebbene l’analista si è detto soddisfatto della semestrale. “Ritengo che i risultati riportati nel primo semestre 2004 da Tiscali siano sostanzialmente in linea alle nostre stime, a parte piccolissime differenze come per esempio i 17 milioni di euro derivanti dalla minusvalenza della cessione della controllata svizzera. Ma in generale siamo dell’idea che questo sia pienamente scontato”, sostiene Agnew. Il fattore guida del titolo in Borsa potrebbe essere a suo avviso un altro. “Piuttosto che i risultati il driver di Tiscali dovrebbe essere la dimostrazione della società di continuare in modo produttivo la campagnia cessioni”, spiega l’esperto della prestigiosa casa d’affari. “Come già detto noi siamo positivi. Pensiamo che Tiscali disponga di abbastanza leve per riuscire a centrare l’obiettivo dei 250 milioni di euro, necessari a coprire il bond in scadenza a luglio 2005”, ricorda Agnew. In tutto questo bel discorso c’è un ma. “Il nostro ottimismo è infatti controbilanciato dai timori derivanti dalla maggior pressione competitiva in Europa. Motivo per cui confermiamo su Tiscali il rating inline”. Parole di apprezzamento sono spese per il nuovo numero uno dell’Isp, Vittorio Serafino. “Il nuovo presidente ha un’ottima esperienza e crediamo che apporterà valore a Tiscali, dando un buon contributo al livello strategico”, conclude l’analista.