Tiscali in odor di trimestrale, Goldman gioca d'anticipo

Inviato da Redazione il Gio, 04/11/2004 - 11:22
Quotazione: TISCALI *
Goldman Sachs non abbassa la guardia su Tiscali. Chris Agnew, analista della prestigiosa merchant bank, in vista della trimestrale che l'Isp sardo presenterà il prossimo 11 novembre si dice fiducioso. "Non mi aspetto grosse sorprese dai dati bilancio del terzo trimestre, ma spero di vedere qualche segnale di miglioramento sui margini e sulla cassa bruciata. Sono, infatti, dell'idea che la guidance possa essere confermata e quindi mi auguro di sentire qualche indicazione positiva in termini di sviluppi operativi", dice l'esperto. In effetti i numeri su cui punta non mentono questa tesi. Secondo Chris Agnew la cassa bruciata si attesterà a 30 milioni di euro, contro 30 milioni del secondo trimestre e 57 del primo. "Trimestre su trimestre la cassa bruciata potrebbe assorbirsi completamente", dice l'esperto. "Sempre alla luce delle previsioni la profittabilità dell'Ebitda potrebbe aumentare nell'ultimo trimestre dell'anno, dato che Tiscali ha detto che la generazione di cassa potrebbe tornare ad essere positiva nel quarto trimestre", aggiunge Agnew. Ad ogni modo la prudenza non è mai troppa. L'esperto così ha abbassato le stime di Tiscali sui ricavi del terzo trimestre del 4% pari 275 milioni, del gross margin al 45,5% dal 47% e del Ebitda a 23,4 milioni da precedenti 27,6 milioni di riflesso alle vendite degli asset avvenute durante gli ultimi mesi. Stessa musica per le previsioni dell'anno prossimo. Ma questo non intacca la fiducia che il broker nutre nelle capacità di Tiscali di rifinanziare il bond in scadenza nel 2005. "La società arriverà con le carte in regola a luglio 2005: potrebbe anche mettere in vendita uno dei suoi asset in un Paese core", ricorda l'esperto di Goldman Sachs. Quindi: rating inline confermato su Tiscali con fair value a 3 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA