Tiscali: Centrosim, dire bye bye all'Inghilterra non sarebbe una cattiva idea

Inviato da Redazione il Lun, 18/12/2006 - 16:11
Quotazione: TISCALI
Non c'è pace per Tiscali. L'Isp sardo continua ad essere oggetto di gossip negli ambienti finanziari. Oggi a condire la vita della società fondata da Renato Soru sono indiscrezioni di stampa estere secondo cui la scorsa settimana Tiscali avrebbe inviato a diversi potenziali acquirenti un memorandum per la cessione delle attività britanniche ad un prezzo superiore a 600 milioni di sterline pari a 900 milioni di euro. Ebbene secondo gli analisti di Centrosim la cessione delle attività Uk che rappresentano il 65% ricavi nei 9 mesi del 2006 sarebbe giustificata dallo scenario di crescente competizione del mercato broadband britannico, in cui recentemente sono entrati operatori wireless e società media. "Rispetto alla nostra stima di 810 milioni di euro - aggiungono - per Tiscali Uk la cessione al prezzo ipotizzato dalla stampa britannica avverrebbe con un premio di controllo implicito di circa il 10%". Nell'attesa di sviluppi la raccomandazione sull'Isp sardo resta confermata a sell con target price a 2,29 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA