Tiscali cede oltre il 6% in avvio dopo mancata certificazione bilancio 2008 da parte di E&Y

Inviato da Carlotta Scozzari il Mer, 15/04/2009 - 09:16
Quotazione: TISCALI *
Partenza di colore rosso intenso per le azioni Tiscali che al momento all'interno del Midex cedono sul campo il 6,27% andandosi a posizionare a quota 0,3585 euro dopo che è giunta una nuova tegola. La società di revisione Ernst & Young si è, infatti, detta non in grado di esprimere un giudizio sul bilancio del 2008. Come si apprende dalla relazione stilata dai revisori, infatti, "permangono incertezze di rilievo tali che non ci consentono di concludere sull'appropriatezza della prospettiva della continuazione dell'attività aziendale e, conseguentemente, sulla capacità del Gruppo Tiscali di realizzare le proprie attività e soddisfare le proprie passività nel normale corso della gestione". Gli esperti di Ernst & Young pongono l'accento sul fatto che "sono elementi essenziali per superare le incertezze espresse sul presupposto della continuità aziendale" le negoziazioni in corso con le banche per il raggiungimento di un accordo di ristrutturazione dell'indebitamento finanziario. La società cagliaritana, dal canto suo, contesta le conclusioni della relazione della società di revisione e ritiene "di aver collaborato al meglio e di avere fornito tutta l'informativa necessaria al fine di consentire a Ernst Young l'emissione del giudizio sul bilancio". In particolare, con riguardo al processo di rinegoziazione del debito, Tiscali fa sapere di avere già ottenuto un periodo di standstill dagli istituti finanziatori fino a giugno 2009.
COMMENTA LA NOTIZIA