1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

I timori sul mercato del lavoro Usa fanno sprofondare Piazza Affari – 2

QUOTAZIONI Banco Bpm
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sul Ftse Mib, settore finanziario in caduta libera, in linea con le altre Borse europee. All’interno del comparto in evidenza Intesa Sanpaolo che ha lasciato sul parterre il 5,33%, seguita a ruota da Unicredit (-5,01%). Il gruppo di piazza Cordusio ha comunicato nel pomeriggio che si è conclusa l’offerta in opzione relativa all’operazione di aumento del capitale sociale della società. Giù anche Banco Popolare (-4,83%), Mediobanca (-5,24%) e Generali (-4,66%).
Tra le storie che hanno tenuto banco oggi c’è Prysmian (-4,39%). Dopo il tam tam di voci in avvio di seduta è arrivata la conferma: i coreani di Taihan Electric Wire hanno dato mandato a Merrill Lynch – Bank of America per la vendita del 9,9% posseduto in Prysmian. La cessione della quota in Prysmian secondo quanto comunicato da Taihan Electric Wire ha fruttato circa 400 miliardi won, ossia 348 milioni di dollari.
Sotto i riflettori anche Telecom Italia (-1,81%). “Siamo un governo liberale e viviamo in una economia di libero mercato”. Così ha risposto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, a proposito del dossier che coinvolge Telecom Italia e Telefonica. Berlusconi ha anche aggiunto che sul tavolo non è arrivata nessuna proposta o progetto per quanto riguarda Telecom.
Semaforo rosso sul Ftse anche per Eni (-2,59%). Nel pomeriggio la Commissione Europea ha annunciato di avere accolto con favore gli impegni di rimedi strutturali presentati dal Cane a sei zampe. In sostanza, quello che propone la società guidata da Paolo Scaroni è dismettere la sue partecipazioni azionarie in tre infrastrutture internazionali di trasporto di gas: i gasdotti TAG, TENP e Transitgas.