Timori inflazione in Europa: per Credit Suisse il problema è l'inflazione importata

Inviato da Redazione il Ven, 11/03/2011 - 10:30
I recenti rialzi dei prezzi petroliferi sono tornati ad alimentare i timori di una nuova forte pressione inflazionistica in Europa. La maggiore forza dell'inflazione europea può essere attribuita soprattutto a quella che viene definita inflazione importata, sopratutto delle materie prime. Secondo gli analisti di Credit Suisse "il problema principale per il Vecchio continente è che le economie domestiche non stanno generando un'alta inflazione, ma è il resto del mondo che lo sta facendo e di conseguenza le economie europee la stanno importando". "Le banche centrali europee - con un focus sui tassi di crescita dell'inflazione e sulla stabilità dei prezzi - appaiono molto più 'falchi' rispetto alla Federal Reserve", sottolineano gli esperti della banca elvetica aggiungendo che "all'interno dell'Europa, la Banca centrale europea ha un atteggiamento molto più aggressivo della Bank of England nel rispondere a questo tipo di inflazione".
COMMENTA LA NOTIZIA