Tim e Telecom tornano a dettar legge sull'S&P/Mib

Inviato da Redazione il Mar, 23/11/2004 - 09:32
Quotazione: TELECOM ITALIA
Dopo il ritracciamento della vigilia, dovuto anche alla debolezza del settore in Europa, si rifanno sotto i testimonial del comparto telefonico di Piazza Affari, Telecom e Tim, che partono subito nelle posizioni di testa dell'S&P/Mib. A meno di mezz'ora dall'inizio delle contratazioni Telecom Italia mette a segno un rialzo dell'1,45% a 2,93 euro, più che compensando le perdite della vigilia. Sulla stessa lunghezza d'onda Tim che sale dell'1,77% a quota 4,99 euro a un soffio dalla soglia dei 5 euro toccata venerdì scorso. Entranbi i titoli viaggiano vicino ai massimi degli ultimi 2 anni. Negli ambienti finanziari si continua a battere il ferro sull'ipotesi di accorciamento della catena di controllo del gruppo guidato da Marco Tronchetti Provera, con possibile fusione tra fisso e mobile. Intanto oggi è in programma il cda del colosso telefonico della Bicocca, con all'ordine del giorno l'esame della recente decisione dell'Antitrust di multare il gruppo tlc per 152 milioni di euro, ma non è da escludere che si parlerà anche del possibile riassetto societario.
COMMENTA LA NOTIZIA