Tim peggiore blue chip di Milano, poi parziale recupero

Inviato da Redazione il Lun, 19/04/2004 - 09:21
Dopo una fase di apertura che ha visto grossi volumi in vendita (scambi già ammontanti a 13 milioni di pezzi controi 71 milioni della media a 30 giorni) che hanno portato le quotazioni sui minimi di seduta a 4,65 euro, facendola figurare decisamente come la peggiore blue chip, recupera un po' di terreno il titolo Tim che lascia ora sul terreno l'1,09% a 4,70 euro. Il titolo rimane comunque il peggiore del Mib30. Medie mobili a 10 e 21 giorni transitanti a 4,725 e 4,58 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA