1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Tiene banco la querelle Veronica-Silvio, sullo sfondo la spartizione della Fininvest

QUOTAZIONI Mediaset S.P.A
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le baruffe coniugali in casa Berlusconi hanno fatto riaffiorare il problema della successione al numero uno di Fininvest, problema affiorato ma solo in parte dopo il malore che aveva costretto il Cavaliere a un intervento al cuore negli Stati Uniti. La lettera aperta a Repubblica di Veronica Berlusconi nel quale la consorte di Silvio pretendeva pubbliche scuse per degli apprezzamenti pubblici ad alcune signore, appare una reazione alquanto sproporzionata visto che le galanterie verso il gentil sesso fanno parte da sempre del personaggio Berlusconi. L’offensiva di Veronica nasconde quindi dei possibili dissapori sulla complessa architettura proprietaria del gruppo Fininvest. Negli ultimi tempi si è proceduto a uno snellimento rispetto alle precedenti 22 holding,ma ancora oggi è articolata e in apparenza pletorica. Berlusconi non ha mai imboccato la strada di un’accomandita di famiglia e anche l’ipotesi di un trust di diritto estero è stata lasciata cadere. Si è pertanto proseguito per semplificazioni successive riducendo le holding a sette: quattro di proprietà del fondatore, una ciascuna per i figli di primo letto, Marina e Piersilvio, e l’ultima (la holding quattordicesima) di proprietà dei figli della seconda moglie Veronica, ossia Barbara, Eleonora e Luigi. A livello di interessi patrimoniali la situazione appare equilibrata con la holding 14esima che controlla una fetta del 21,43% di Fininvest, ovvero circa tre volte quanto in mano singolarmente ai primi due figli. Ma non è stato mai portato avanti il progetto di assegnare a ognuno dei tre figli avuti con Veronica. A parte questo il peso di Marina e Piersilvio nel gruppo è alqualto maggiore: la prima è presidente di Fininvest e Mondadori, il secondo vicepresidente di Mediaset. I tre eredi minori sono invece in disparte con solo Barbara presente nel cda di Fininvest. Certo i tre hanno un’età ancora verde, tra 24 e 18 anni, ma di anno in anno il problema si fa più stringente. Una situazione che giustifica il pressing di Veronica.