1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Ti Media: voci su possibili 15 manifestazioni d’interesse, Stella rinuncia alla carica di Ad

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Telecom Italia Media rimane un tema caldo a Piazza Affari. Stando a quanto riportato questa mattina da Il Sole 24 Ore, sarebbero 15 le manifestazioni d’interesse pervenute agli advisor Mediobanca e Citigroup, di cui il 60% sarebbero state ricevute da gruppi e investitori stranieri. Tra i nomi che continuano a circolare, a detta del quotidiano di Confindustria, ci sarebbero quelli di Sky Italia, di Al Jazeera, di Discovery Channel appartenente al gruppo Liberty Media. Si sono invece tirati fuori dai giochi sia L’Espresso guidato da Carlo De Benedetti sia il franco-tunisino Tarek Ben Ammar. Il Sole ipotizza anche la probabilità che alcuni fondi private equity possano puntare ai soli multiplex e quindi segnala la possibile presenza tra gli acquirenti del fondo Clessidra di Claudio Esposito. Nel frattempo ieri il Cda di Ti media ha assunto alcune decisioni di riassetto dell’organizzazione direzionale e della governance aziendale. “Al fine di garantire il miglior presidio della gestione e razionalizzazione delle attività del gruppo – si legge nella nota diramata dalla società – Giovanni Stella ha ritenuto di rinunciare alle cariche di vice presidente esecutivo e amministratore delegato, mantenendo la carica di consigliere e rendendosi disponibile a focalizzarsi in particolare sulla gestione delle attività televisive anche al fine di valorizzare incrementalmente questo asset”. Positivo il titolo a Piazza Affari, in rialzo dell’1,92% a quota 0,159.

Commenti dei Lettori
News Correlate

TI Media: si riduce perdita nel primo semestre

Telecom Italia Media ha chiuso i primi sei mesi dell’esercizio 2015 con ricavi per 42,4 milioni di euro (+11,8 milioni rispetto al primo semestre 2014) e un risultato netto negativo per 0,9 milioni (-5,2 milioni nel pari periodo 2014). Scende l’indebitamento finanziario netto, pari a 251,9 milioni di euro (269,4 milioni a fine 2014).

TI Media: perdita in calo nel primo trimestre

Telecom Italia Media ha annunciato di aver chiuso il trimestre al 31 marzo con un risultato netto negativo per 0,7 milioni di euro, in riduzione rispetto ai -2,6 milioni registrati nel primo trimestre 2014. In aumento il fatturato, salito da 15,5 a 20,9 milioni di euro e l’Ebitda, passato da 3,1 a 8,8 milioni. A […]

Telecom Italia Media: giù di quasi il 2% a Piazza Affari

Telecom Italia Media in ribasso nei primi scambi a Piazza Affari, all’indomani del via libera alla fusione per incorporazione nella controllante Telecom Italia. Il titolo a Milano cede l’1,81% a 1,03 euro. Oggi in una nota Borsa Italiana ha comunicato che il titolo è stato riammesso alle contrattazioni.