1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Tesoro Usa prepara ingresso nel capitale banche

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il Tesoro Usa segue la via maestra indicata dall’Europa ed entrerà direttamente nel capitale delle banche “sane” del Paese comprando quote azionarie. Il cambio di direzione rispetto a quanto annunciato nelle scorse settimane dal segretario al Tesoro, Henry Paulson, è stato decretato nel fine settimana e illustrato dallo stesso Paulson ai principali manager delle banche in una conferenza telefonica tenutasi ieri sera. Non si arriverà a una vera nazionalizzazione. Lo Stato deterrà delle quote minoritarie senza diritto di voto e deciderà caso per caso la migliore linea d’azione possibile: acquistare asset “tossici”, rilevare direttamente alcuni dei mutui immobiliari o aggiungere liquidità acquistando azioni. Il tutto nei tempi più brevi possibili per placare l’ansia delle Borse.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Oro: tensioni politiche spingono i prezzi ai massimi da fine aprile

Rialzo di mezzo punto percentuale per il future con consegna giugno sull’oro, in aumento a 1.259,9 dollari l’oncia. I prezzi, sui massimi da tre settimane, capitalizzano la crescita della volatilità sulle piazze finanziarie e le tensioni in arrivo da…

COMMODITY

Petrolio: Brent si spinge sopra quota 54 dollari il barile

Quarta giornata consecutiva con il segno più per le quotazioni del greggio, in rialzo dello 0,82% a 54,05 dollari il barile. Nelle ultime cinque sedute il derivato è salito del 4,3% in attesa che l’Opec, l’Organizzazione che raggruppa i Paesi esporta…

COMMODITY

Petrolio: miglior settimana da inizio anno in attesa dell’Opec

Alla terza seduta consecutiva con il segno più, il Brent porta il saldo settimanale al +5,55%, il dato maggiore da inizio anno. Nuovo segno più all’ICE per il future con consegna luglio sul greggio, in aumento del 2,15% a 53,64 dollari il barile.

MERCATO VALUTARIO

Forex: dollaro scivola ancora, eur/usd a un soffio da 1,12

Nuovi minimi a oltre 6 mesi per il dollaro. Si conferma anche oggi la debolezza del biglietto verde con il cross euro/dollaro spintosi a ridosso di 1,12 (1,1197) nel pomeriggio. Un’accelerazione al ribasso per il dollaro è arrivata dopo le dichiarazi…