1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

TerniEnergia: ok da Cda a emissione bond a 5 anni per massimi 25 milioni di euro

QUOTAZIONI Ternienergia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il Cda di TerniEnergia ha approvato oggi l’emissione di un prestito obbligazionario di ammontare nominale complessivo massimo pari a 25 milioni di euro, della durata di 5 anni. E’ quanto si legge in una nota diramata dalla società. L’operazione, denominata “TerniEnergia 2019” sarà caratterizzata da obbligazioni di taglio pari a 100mila euro non frazionabile e aventi un prezzo di sottoscrizione pari al 100% del valore nominale, al netto di una percentuale di sconto pari allo 0,5% e la loro emissione non costituirà offerta al pubblico di strumenti finanziari. L’emissione avverrà entro febbraio 2014 e la scadenza è fissata per febbraio 2019. Per quanto riguarda gli interessi, ciascuna cedola (annuale) è calcolata applicando al valore nominale delle obbligazioni un tasso di interesse fisso lordo pari al 6,875%. La Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio Società Cooperativa agirà in qualità di agente per il calcolo in relazione alle obbligazioni. L’emittente procederà alla quotazione dei titoli obbligazionari presso il mercato ExtraMOT PRO. Successivamente alla loro quotazione le obbligazioni potranno essere negoziate esclusivamente da investitori professionali.

“Con questa operazione, TerniEnergia procederà per la prima volta alla quotazione di titoli obbligazionari presso il mercato ExtraMOT PRO gestito da Borsa Italiana, rafforzando la propria visibilità sul mercato dei capitali e dimostrando la propria capacità di operarvi in maniera strutturata”, ha commentato Stefano neri, presidente e amministratore delegato di TerniEnergia “La società prosegue la strategia di integrazione della struttura finanziaria, avviata con il fondo di investimento immobiliare ‘RA – Renewable Assets’, con l’obiettivo di creare le condizioni ottimali per il pieno sviluppo del piano industriale “Discover the new green era 2014-2016″. La raccolta derivante dal collocamento sarà, quindi, utilizzata per il pieno sviluppo dell’attività societaria e per il supporto alla strategia industriale che prevede un forte rafforzamento dell’attività internazionale, un incremento del fatturato, una costante marginalità operativa e una crescente generazione di valore per gli azionisti”.