1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Terna, la violazione dei supporti dinamici a 2,715 euro potrebbe offrire spunti short

QUOTAZIONI Terna
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Scambiano in negativo quest’oggi le azioni di Terna. Le quotazioni della società che gestisce la rete di trasmissione elettrica italiana si trovano in corrispondenza di un’importante area di supporto dinamico offerta dalla trendline ascendente tracciata con i minimi crescenti del 25 novembre e del 16 dicembre. La linea di tendenza è stata testata molteplici volte negli ultimi tre mesi, l’ultima occasione sono stati in minimi intraday del 23 e 24 gennaio. Un’eventuale violazione al ribasso potrebbe quindi innescare una correzione del titolo. Pur evidenziando come nell’ultimo trimestre siano state numerose le indicazioni long generate dall’azione, in particolar modo la violazione delle resistenze statiche poste a 2,716 euro e di quelle dinamiche fornite dalla trendline discendente tracciata con i massimi del 19 e 28 ottobre, un elemento che accresce le possibilità che il titolo si avvii verso una correzione viene dalla mancata accelerazione del 31 gennaio e dell’1 febbraio oltre le resistenze statiche poste a 2,806 euro. Oltre a chiusure sotto i supporti dinamici forniti dalla linea di tendenza ascendente menzionata ad inizio analisi, debolezze grafiche giungerebbero al cedimento dei supporti statici posti nel range compreso tra i 2,72 e i 2,742 euro. Alla luce delle considerazioni effettuate, è possibile implementare una strategia short in area 2,75 euro con target a 2,65 euro prima e 2,57 euro successivamente. Lo stop scatterebbe invece con una ripresa delle quotazioni dei titoli sopra i 2,90 euro.