Terna limita le perdite all’interno dell’S&P

QUOTAZIONI Terna
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sul finale di seduta, all’interno di un S&P che arranca nel rosso, il titolo Terna conferma il suo appeal difensivo e argina le perdite, facendo segnare un ribasso dello 0,58% e attestandosi a 2,8175 euro. Dopo la presentazione del piano strategico 2008-2012, che ha avuto luogo il 31 gennaio scorso a Milano e durante la quale il management ha lasciato aperta la possibilità di acquisizioni in Italia, “nelle linee ad alta tensione che attualmente non sono nella national transmission grid (ntg)”, si sono sprecati i report positivi da parte delle banche d’affari. Ad esempio, Cazenove, in una nota uscita ieri, dopo avere confermato la raccomandazione “outperform”, ha ritoccato al rialzo il fair value da 3,03 a 3,13 euro. Sono stati alzate entrambi a 3,12 euro, invece, i prezzi obiettivo stimati per Terna da Kepler e Mediobanca, che partivano rispettivamente da 3,02 e 3,09 euro.