Terna, importante test alla resistenza di quota 2,56 euro

Inviato da Alessandro Piu il Gio, 01/09/2011 - 15:17
Quotazione: TERNA
Miglior titolo del Ftse Mib è oggi Terna che, dopo il giro di boa di metà seduta, avanza di quasi l'1,5%. L'azione del gestore della rete elettrica nazionale capitalizza la promozione a "buy" da "hold" ricevuta ieri dagli analisti di Citigroup, pur con un target price ritoccato a 3,1 da 3,2 euro. Gli effetti della Robin Hood tax non dureranno a lungo secondo gli esperti della banca statunitense e permetteranno alla società di mantenere le previsioni di utile. Con il movimento della seduta odierna Terna si porta al di sopra della media mobile a 14 giorni, discendente a 2,518 euro e mette sotto pressione la resistenza statica di quota 2,56 euro. Qui si trova il 23,6% di ritracciamento di Fibonacci della discesa messa a segno tra l'1 e il 18 agosto. Già testata senza successo il 23 e 24 agosto, se violata al rialzo con conferma in chiusura di seduta e sostegno volumetrico la soglia aprirebbe le porte per il raggiungimento del target a 2,682 euro. Al ribasso un campanello di allarme suonerebbe su rottura di 2,476 euro, evento che porterebbe al test del supporto a 2,45. Per seguire l'opzione long impostare ordini in acquisto a 2,57 euro con target 2,682 e stop loss in corrispondenza di quota 2,53.
COMMENTA LA NOTIZIA
cristiangiacomin scrive...
mazzinga08 scrive...
cipensounpo scrive...