Terna, per Euromobiliare uno dei driver del nuovo piano è la politica dei dividendi

Inviato da Daniela La Cava il Gio, 31/01/2008 - 10:31
Quella odierna si prospetta essere una giornata intensa per Terna, che oggi svela alla comunità finanziaria e alla stampa il nuovo piano industriale 2008-2012. Prima della presentazione ufficiale del nuovo business plan dell'utility italiana, Euromobiliare fornisce qualche indicazione nella sua preview. "Riteniamo che i principali driver saranno la politica dei dividendi e i capex di sviluppo nel periodo oltre alle risorse per le acquisizioni" si legge in una nota diffusa dagli analisti della Sim milanese. Entrando nello specifico, da Eurmobiliare fanno sapere che "le stime includono un incremento del dividendo del 5% annuo al 2012 (yield al 6,8% nel 2012), capex cumulati per 3,4 miliardi di euro (di cui 85% di sviluppo)". Non solo, ma anche una crescita media annua del margine operativo lordo (Ebitda) del 3,7% e utili per azione (eps) in rialzo del 3,5% nel periodo. "Il livello di indebitamento - continua il broker - lo stimiamo pari a quattro volte debt/ebitda alla fine del periodo. Ci attendiamo che la società possa indicare target più aggressivi sui capex, da verificare la decisione sulla dividend policy da noi già migliorata rispetto a quella ufficiale (cagr del 3% del dividendo al 2011)". Infine, sul 2007 gli esperti di Euromobiliare prevedono un ebitda a 934 milioni di euro e un utile netto a 304 milioni. Intanto, Euromobiliare conferma la raccomandazione "hold" sul titolo Terna e il prezzo obiettivo a 3,02 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA