Tepco: chiesti nuovi aiuti per diastro nucleare. Si risolleva la voce della nazionalizzazione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tokyo Electric Power Co., meglio conosciuta come Tepco, ha chiesto oggi ulteriori aiuti pubblici per coprire i costi legati al disastro nucleare di Fukushima. Nella nota stampa, diffusa questa mattina, la società giapponese ha chiesto circa 689 miliardi di yen, pari a circa 8,8 miliardi di dollari, dopo aver rivisto al rialzo le stime sui costi a 1,7 mila miliardi di yen dai precedenti 1,01 mila miliardi. Un ulteriore aiuto dello stato che potrebbe portare di fatto a una nazionalizzazione della società. L’ipotesi viene infatti ripresa anche dal quotidiano nipponico Nikkei, questa mattina.