La tenuta delle resistenze statiche di area 22.590 punti può favorire un ritracciamento di breve per il FTSE Mib

Inviato da Riccardo Designori il Mer, 11/06/2014 - 11:25

L'ascesa dei corsi del FTSE Mib intrapresa da quando lo scorso 5 giugno la Banca centrale europea di Mario Draghi ha annunciato nuove misure straordinarie di politica monetaria per rilanciare la crescita ha riportato le quotazioni in prossimità delle resistenze statiche lasciate in eredità dai massimi di inizio maggio 2011. Proprio il top intraday di ieri ha visto i corsi andare a testare le resistenze poste a 22.590 punti, massimo del 2 maggio 2011. L'avvio delle contrattazioni odierno ha spinto le quotazioni del FTSE Mib sotto i minimi intraday di ieri, fornendo così un segnale di debolezza di breve che potrebbe in questo contesto favorire un veloce pull back delle vecchie resistenze di area 22 mila punti violate al rialzo nelle ultime giornate di Borsa. A livello di singole storie societarie, segnali di debolezza di breve stanno emergendo sul daily chart di Banca Popolare dell'Emilia Romagna e di A2a.




COMMENTA LA NOTIZIA