1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Tenaris: utile netto III trim. sale del 20% a 437,5 milioni di dollari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tenaris ha archiviato il terzo trimestre con un utile netto in rialzo del 20% a 437,5 milioni di dollari rispetto ai 365,5 milioni dell’analogo periodo dell’anno scorso. I ricavi netti si sono attestati a 2,66 miliardi di dollari, in progresso del 7% dai 2,50 miliardi di un anno fa mentre il risultato operativo ha mostrato un aumento del 25% a 583,6 milioni dai precedenti 468,6 milioni. L’Ebitda è passato dai 603,6 milioni del terzo periodo del 2011 agli attuali 679 milioni di dollari, in crescita del 12%. Il Cda ha inoltre approvato il pagamento di un dividendo intermedio di 0,13 dollari per azione per un ammontare complessivo di 153 milioni di dollari. La società si aspetta per il resto del 2012 che i ricavi dai mercati industriali, in particolare quelli europei, rimangano su bassi livelli. I margini Ebitda sono previsti in linea con quelli del terzo trimestre.

Commenti dei Lettori
News Correlate
Audizione governatore Federal Reserve

Powell (FED): “UE non è nemica degli USA”

Smentisce le parole del presidente Donald Trump pronunciate qualche giorno fa alla vigilia del summit Nato il numero uno della FED, Jerome Powell. “Crede che l’Unione europea sia un nemico …

Intervento del vice ministro dell'economia

Garavaglia (MEF): “Taglio tasse per imprese a breve”

Buone notizie per le imprese. Già prima della fine dell’estate potrebbe esserci un provvedimento sul taglio delle tasse. Così Massimo Garavaglia, vice del ministro dell’Economia, Giovanni Tria, a margine di …

Summit a Washington

Dazi: il prossimo 25 luglio incontro Trump-Juncker

Il prossimo 25 luglio il presidente della Commissione ue, jean-Claude Juncker, incontrerà il presidente degli USA Donald Trump a Washington. L’incontro verterà sulla questione commerciale come sottolinea la stessa Commissione …

Mercato immobiliare sottotono

USA: indice Nahb sotto le attese a luglio

Il mercato immobiliare americano mostra segni di cedimento con l’indice Nahb (National Association of Home Builders) che a luglio si quota a 68 punti, inferiore al consensus pari a 69 …