1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Tenaris ritenta l’attacco alla trendline ribassista di medio periodo

QUOTAZIONI Tenaris
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Accompagnata da un comparto petrolifero in fase di rimbalzo, Tenaris sale del 2,19% a Piazza Affari attestandosi a quota 14,48 euro, dopo aver siglato una lettera di intenti con la tedesca E.On per la cessione del 75% di Dalmine Energie al prezzo di 39 milioni di euro, accordo che verrà portato a termine entro fine anno. La notizia, accolta bene dal mercato, risospinge il titolo verso la trendline ribassista in essere dai massimi storici del 24 aprile a quota 18,724. Il quadro tecnico di Tenaris rimane delicato e la rottura della resistenza dinamica evidenziata (transitante in area 14,50) fornirebbe un segnale positivo ma non sufficiente a rafforzarlo. Solo la violazione del successivo obiettivo di area 15 euro creerebbe lo spazio per il raggiungimento di quota 16 con resistenza intermedia a 15,70. Al ribasso i 14 euro sono il primo supporto individuabile alla cui violazione si riproporrebbe un nuovo test di quota 13,4. Sotto 13,4 spazio per discese fino a 13 euro in prima battuta e 12,60 successivamente prima di rivedere i minimi dell’anno risalenti alla metà di febbraio in area 12,204.