Tenaris prosegue in spolvero, si scommette su dazi Usa contro prodotti cinesi

Inviato da Carlotta Scozzari il Ven, 20/06/2008 - 10:16
Quotazione: TENARIS
Tenaris, sull'S&P/Mib di Piazza Affari, è rientrata in negoziazione dopo essere stata sospesa per scostamento di prezzo, a causa di ordine di acquisto che ha fatto schizzare il prezzo a 23,45 euro, livello corrispondente ai nuovi massimi storici. Al momento il titolo della società che fa capo alla famiglia Rocca continua a viaggiare in grande spolvero e fa segnare un balzo del 4,69% a quota 22,78 euro. Come mettono in evidenza alcuni analisti, le azioni a marchio Tenaris corrono sulle voci di una possibile introduzione di misure anti-dumping negli Stati Uniti nei confronti dei produttori cinesi. Proprio ieri la Commissione Commercio Usa ha introdotto misure contro le importazioni di alcuni tubi cinesi. Nelle prossime settimane l'International Trade Commission (Itc) terminerà la sua analisi sul settore, con decisione finale attesa il 28 luglio. Le misure anti-dumping potrebbero essere annullate nel caso in cui l'Itc determinasse che i produttori domestici non sono stati materialmente danneggiati dai cinesi.
COMMENTA LA NOTIZIA