1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Telefonici sotto i riflettori in Europa: Deutsche Telekom perde terreno, TI vola dopo conti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Da Parigi a Milano, per poi passare a Francoforte. Tutti i big del comparto telefonico europeo hanno alzato il velo sui risultati finanziari. E le indicazioni che sono arrivate sono contrastanti e stanno mettendo sotto pressione lo Stoxx Europe 600 Telecommunications (+0,14%) che risulta essere tra i peggiori indici settoriali in Europa.

Numeri in chiaroscuro per la spagnola Telefonica, che ha archiviato il quarto trimestre del 2010 con un utile netto di 1,33 miliardi di euro, in calo rispetto ai 2,44 miliardi di euro del corrispondente periodo del 2009. Le attese erano per un utile di 2,4 miliardi di euro. Battute le stime invece a livello di ricavi che sono saliti del 9,9% a 16,46 miliardi di euro (consenso a 16,3 miliardi).

Meglio è andata a Telecom Italia, che ha visto i profitti raddoppiare. Risultati che sostengono il titolo in crescita di quasi il 5% a Piazza Affari.
Il gruppo telefonico guidato da Franco Bernabè ha riportato nel 2010 un utile netto consolidato pari a 3.121 milioni di euro, +97,4% rispetto al 2009 (1.581 milioni di euro), anche grazie all’impatto positivo connesso all’acquisizione del controllo della business unit Argentina e al beneficio di imposte differite attive in Brasile. Per il futuro, Telecom Italia vede ricavi ed ebitda stabili nel 2011. Il consiglio di amministrazione del gruppo ha inoltre proposto la distribuzione di una cedola di 5,8 centesimi per le azioni ordinarie e di 6,9 per le risparmio, con un aumento dei dividendi di 160 milioni.

Note dolenti invece per Deutsche Telekom che finisce sul fondo del Dax in scia alla diffusione dei conti trimestrali. La compagnia telefonica tedesca ha registrato una perdita trimestrale in seguito alle svalutazioni in Romania e Grecia, mancando le aspettative del mercato. Nel dettaglio, la società ha chiuso gli ultimi tre mesi del 2010 con una perdita netta pari a 582 milioni di euro rispetto al rosso di 3 milioni messa a segno nell’ultimo scorcio del 2009. Gli analisti indicavano utili per 546 milioni. Il margine operativo lordo nel trimestre in esame è calato del 10% a 4,55 miliardi, deludendo le attese pari a 4,7 miliardi. Deutsche Telekom intende proporre un dividendo di 0,7 euro.

Giovedì mattina anche France Telecom ha tolto la maschera sui risultati 2010. L’esercizio è stato archiviato con profitti in salita a 4,88 miliardi di euro dai 3,02 miliardi registrati dodici mesi fa. Il margine operativo lordo si è attestato a 15,6 miliardi dai 15,8 miliardi dell’anno precedente, battendo seppure di poco le attese del mercato pari a 15,4 miliardi. I ricavi hanno evidenziato una crescita dell’1,5% a 45,5 miliardi di euro. France Telecom guarda positivamente al nuovo anno.”Le positive performance messe a segno nel 2010 dimostrano che siamo ben posizionati con il nostro nuovo piano industriale”, Stephane Richard, amministratore delegato del gruppo.