Telecomunicazioni: Fitch, improbabile il successo delle trattive per una rete paneuropea

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 10/01/2013 - 14:29
Le presunte discussioni in merito alla creazione di una rete infrastrutturale paneuropea difficilmente avranno successo, a causa delle sfide di carattere tecnico e le possibili opposizioni da parte dei regolatori nazionali. Lo afferma Fitch in un report. D'altra parte, spiegano gli analisti statunitensi, le trattative tra gli operatori e la Commissione europea potrebbero rappresentare un segnale di un leggero indebolimento dell'opposizione delle autorità regolatorie al consolidamento nel settore. Gli esperti ritengono però che la condivisione della rete all'interno dei singoli Paesi continuerà ad essere il metodo più comune di riduzione dei costi e di difesa dei margini.

Per essere utile, prosegue l'agenzia di rating, la messa in comune delle infrastrutture di telecomunicazione in Europa richiederebbe un accordo da tutti o quasi tutti i maggiori operatori del Continente, anche se i benefici derivanti da un'intesa potrebbero variare notevolmente tra le compagnie a seconda della loro quota di mercato, attraverso un accordo fattibile di difficile negoziazione. E anche se le società e le autorità locali raggiungessero l'intesa in linea di principio, ostacoli tecnici potrebbero costituire problemi, come le barriere linguistiche, e creare difficoltà.

L'ipotesi di trattative per la creazione di un network continentale è stata ventilata ieri dal Financial Times, secondo cui sarebbero in corso negoziati tra i principali operatori europei e il commissario alla Concorrenza Ue, Joaquin Almunia.
COMMENTA LA NOTIZIA