Telecom: utile I trimestre batte le attese, Bernabè fiducioso sui target 2010

Inviato da Alberto Bolis il Gio, 06/05/2010 - 15:36
Quotazione: TELECOM ITALIA

Telecom Italia ha chiuso il primo trimestre 2010 con un utile netto a 601 milioni di euro, in crescita del 30,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Battute le attese degli analisti che erano ferme a 470 milioni. In salita anche l'Ebitda che ha raggiunto i 2,82 miliardi (+3,2%) contro previsioni per 2,76 miliardi. In linea con le attese il giro d'affari a 6,48 miliardi (-0,7%). Migliora anche l'Ebit, pari a 1,40 miliardi con un incremento di 54 milioni rispetto al primo trimestre 2009 (+4,0%) e un'incidenza sui ricavi che sale dal 20,7% del primo  trimestre 2009 al 21,7% di quest'anno.

L'indebitamento finanziario del gruppo tlc nel primo trimestre è diminuito a 33,26 miliardi dai 33,94 miliardi di fine 2009 (-687 milioni). Più sostenuto il calo rispetto al 31 marzo 2009: -1,20 miliardi. Il free cash flow della compagnia è stato di 754 milioni di euro, pari all'11,6% dei ricavi. "I risultati del primo trimestre, che vedono una forte crescita dell'utile netto, la stabilizzazione dell'Ebitda e un miglioramento della dinamica dei ricavi, indicano che siamo sulla strada giusta per il rilancio del gruppo". Così l'amministratore delegato di Telecom Italia, Franco Bernabè, che si è detto fiducioso che "i risultati dei prossimi trimestri continueranno a mantenersi in linea con gli impegni assunti nel piano triennale".

Tornando alla trimestrale, gli investimenti industriali sono stati pari a 1,04 miliardi in salita di 88 milioni rispetto al primo trimestre 2009 e hanno toccato per il 72,2% (87,3%) il mercato italiano e per il 26,6% (11%) il Brasile. Il fatturato domestico è calato del 7% a 4,97 miliardi mentre il giro d'affari di Tim Brasil ha registrato un balzo dell'8,2% a 3,46 miliardi di reais. Telecom ha infine confermato per l'esercizio in corso gli obiettivi contenuti nel business plan 2010-2012. In sostanza, per il 2010, i ricavi sono visti in flessione del 2-3% rispetto allo scorso anno, l'Ebitda è atteso stabile mentre l'indebitamento netto dovrebbe scendere a 32 miliardi di euro. A Piazza Affari il titolo Telecom cede il 3,19% a 0,972 euro.

COMMENTA LA NOTIZIA