1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Telecom e Tim squillanti sull’S&P/ Mib sotto la regia di Jp Morgan

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata squillante per le firme della telefonia italiana. Se Telecom si accontenta di segnare un rialzo dello 0,43% a quota 2,585 euro, fa meglio Tim portandosi in progresso dell’1,38% a quota 4,30 euro. A dare la sveglia ai titoli tlc ci ha pensato oggi John Normand, analista di Jp Morgan con una promozione. Secondo l’esperto le tlc europee sono titoli che faranno meglio del mercato. E in affatti coerentemente l’analista ha rivisto al rialzo il rating sul comparto portandolo a overweight(settore da sovrappesare) dal precedente giudizio neutral. Il motivo? “E’ da ricercare nella più alta generazione di cassa che sarà trasmessa poi agli azionisti”, spiega John Normand. Gli fa eco un analista di una prestigiosa banca milanese: “le storie di ristrutturazione delle società tlc sono molto seguite dal mercato. Basti pensare a FT e DT. Tutte questi gruppi stanno riducendo la loro situazione debitoria. Anche Telecom è una società che operativamente mantiene le promesse, ma su cui è difficile trovare un buon catalizzatore. Nonostante il buon dividendo il titolo della società telefonica italiana non gode di un forte appeal sugli investitori e resta quindi un titolo da cassetisti”.