Per Telecom servono 12mila miliardi di lire

Inviato da Redazione il Mer, 04/07/2001 - 12:52
Secondo indiscrezioni di stampa con circa 6 miliardi di euro (12mila miliardi di lire)
sarebbe possibile un take-over su Telecom Italia, passando ovviamente per il controllo di Olivetti. La considerazione viene dall'assetto di quest'ultima, guidata con il 29% del capitale dalla finanziaria lussemburghese Bell con l'appoggio di Mediobanca, Generali e Lehman Brothers. Un eventuale scalatore che acquistasse il 29% delle azioni potrebbe contrapporsi all'attuale gruppo di controllo senza essere obbligato a lanciare un'Opa, che si rivelerebbe a cascata visto che l'obbligo scatterebbe anche per Telecom e Tim. O potrebbe comprare più semplicemente la quota di Bell che, con un premio del 70% sull'ultima chiusura costerebbe appunto 6 miliardi di euro. In Italia l'operazione sarebbe possibile al momento da una società come Pirelli, molto liquida in questo momento, al quale viene associata l'Ifil della famiglia Agnelli e da un socio attivo nel settore delle tlc, naturalmente estero.
COMMENTA LA NOTIZIA