Telecom: raggiunto accordo con sindacati su esuberi, domani la prova dei conti

Inviato da Redazione il Mer, 04/08/2010 - 11:40
Quotazione: TELECOM ITALIA

Telecom Italia ha raggiunto con i sindacati l'accordo sugli esuberi annunciati dal gruppo tlc dopo una riunione fiume iniziata ieri mattina presso il ministero dello Sviluppo economico. L'intesa prevede la mobilità ordinaria per 3.900 dipendenti nel biennio 2010-2012, mentre per altri 2.200 lavoratori si è scelto i percorsi di formazione con contratti di solidarietà.

L'accordo, inoltre, prevede che l'azienda non richieda altri esuberi nel prossimo triennio. La trattativa tra il gruppo guidato da Franco Bernabè e le organizzazioni sindacali si era arenata lo scorso 20 luglio. Un nulla di fatto dovuto alla decisione di Telecom di congelare i 3.700 esuberi annunciati.

Ma il gruppo tlc è sotto i riflettori del mercato anche perché domani alzerà il velo sui conti dei primi sei mesi dell'anno. Gli analisti si aspettano una conferma del trend del primo trimestre con ricavi ed Ebitda stabili, grazie alla strategia di taglio dei costi. Per contro, le previsioni parlano di una solida performance sul mercato brasiliano.

Passando ai numeri il consensus sul primo semestre prevede: ricavi a 13,23 miliardi di euro dai 13,32 dello stesso periodo dello scorso anno, Ebitda a 5,71 miliardi da 5,62 miliardi, utile di 1,17 miliardi da 959 milioni, debito netto in diminuzione a 33,93 miliardi dai 34,85 miliardi di fine giugno 2009. Nel solo secondo trimestre il fatturato è visto a 6,81 miliardi da 6,84 miliardi, l'Ebitda a 2,87 miliardi da 2,84 miliardi, mentre i profitti dovrebbero salire a 577 milioni dai 499 milioni di un anno fa.

COMMENTA LA NOTIZIA