Telecom Italia: Prodi, "Non sarà il governo di centro-sinistra a rinazionalizzare"

Inviato da Alfredo Faieta il Gio, 28/09/2006 - 15:52
Quotazione: TELECOM ITALIA
"Non era comunque obbligo di Telecom Italia informare il Governo" ha detto Romano Prodi durante l'audizione alla Camera dei Deputati sul caso dell'ex monopolista, riferendosi alla mancata informativa prima del piano. Questo perché, ha ricordato il presidente, in un regime democratico e di libero mercato non spetta all'Esecutivo alcun compito dirigista in economia. Ma Prodi ha poi dichiarato che quando fu informato dei colloqui con l'imprenditore Murdoch aveva auspicato che Telecom Italia restasse italiana e dalla società aveva ottenuto garanzie in tal senso. Riguardo al rapporto tra stato e mercato, nessuna tentazione statalista: "Non sarà il governo di centro-sinistra a tornare indietro" rispetto alla privatizzazione di Telecom ha detto Prodi. "Per me sarebbe come sconfessare parte della mia storia professionale...". Dichiarazione non conclusa e che è stata ripetuta varie volte per l'ostruzionismo da parte dell'opposizione che ha costretto il presidente Bertinotti a sospendere la seduta e a chiamare a sé i capigruppo.
COMMENTA LA NOTIZIA