1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Telecom Italia: nel semestre torna all’utile a 1,25 mld, in calo l’indebitamento

QUOTAZIONI Telecom Italia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prova dei conti superata per Telecom Italia che torna all’utile nei primi sei mesi dell’anno. Il colosso italiano delle tlc  ha visto nel primo semestre il giro d’affari attestarsi a 14.793 milioni di euro, con un incremento dell’1,7% rispetto ai 14.543 milioni di euro dell’analogo periodo nel 2011. Il periodo è stato chiuso con un margine operativo lordo (Ebitda) in calo dell’1,7% a 5.859 milioni ma in linea con le attese degli analisti, e con un risultato operativo che si è attestato a 3.205 milioni. L’utile netto consolidato è stato pari a 1.245 milioni (stime Bloomberg a 1,19 miliardi), in aumento di 3,3 miliardi rispetto ad un anno fa. Il debito netto rettificato è stato invece pari a 30.360 milioni, in diminuzione di 800 milioni rispetto al 30 giugno 2011. “In un contesto macroeconomico complesso – commenta Franco Bernabè, numero uno di Telecom Italia – i solidi risultati conseguiti nel primo semestre consentono di confermare il raggiungimento dei target di fine anno”. E aggiunge: “Il confronto con il primo semestre 2011 evidenzia un ritorno all’utile e un importante riduzione dell’indebitamento, risultati che mettono in sicurezza la sostenibilità della dividend policy già comunicata al mercato”.

Per quanto riguarda l’andamento per l’esercizio in corso, gli obiettivi legati ai principali indicatori economici e finanziari così come definiti dal piano industriale 2012-2014 prevedono per l’intero 2012 ricavi ed Ebitda sostanzialmente stabili rispetto al 2011 e una posizione finanziaria netta rettificata a circa 27,5 miliardi di euro.

La società ha messo in luce i recenti avvenimenti in Brasile. Il 18 luglio infatti, ricorda Telecom in una nota, l’ente regolatore delle telecomunicazioni carioca Anatel, a seguito dell’applicazione di una nuova metodologia di rilevazione degli indicatori di qualità, ha emesso un provvedimento che fra l’altro ha ingiunto a Tim Celular (controllata di Tim Brasil) la sospensione delle vendite di nuove sim in 18 stati brasiliani e nel distretto federale di Brasilia a partire dal 23 luglio. Respinta la richiesta giudiziale di sospensiva del provvedimento avanzata da Tim Celular, il 24 luglio 2012 la società ha presentato ad Anatel apposito Piano d’azione dettagliato per tutti gli Stati e completo delle singole azioni da mettere in atto per garantire il miglioramento della qualità dei servizi e della rete. Si confida che, alla luce dell’esaustività del Piano, l’Anatel possa a breve disporre la revoca della sospensione.

Il Cda di Telecom Italia ha nominato Andrea Mangoni (attuale responsabile di Administration, Finance and Control & International Development) direttore generale per le attività del gruppo in Sud America, “con il compito di assicurare la gestione e lo sviluppo del business nella regione”. Lo annuncia il gruppo telefonico italiano in un comunicato. “La nomina di Andrea Mangoni rappresenta un segnale di forte attenzione da parte del gruppo per questi mercati strategici ed è volta ad assicurare ulteriore sostegno al loro sviluppo” afferma Franco Bernabè in una nota.