1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Telecom Italia Media: migliora perdita netta I sem. a 16,3 mln, ricavi pubblicitari La7 +34,6% -1

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Telecom Italia Media ha chiuso il primo semestre con una perdita netta pari a 16,3 milioni, in miglioramento rispetto ai -22,3 milioni registrati nell’analogo periodo del 2010. In calo del 6,6% i ricavi consolidati che si sono attestati a 118,2 milioni contro i 126,6 milioni di un anno fa, per effetto della riduzione dei ricavi dell’operatore di rete dovuti alla cessazione delle attività di Dahlia TV, e alla flessione dei ricavi del Gruppo MTV. Il risultato è stato in parte compensato dalla crescita dei ricavi pubblicitari dei canali La7 (+10,4 milioni di euro) e La7d (+2,1 milioni di euro) anche grazie alla capacità della concessionaria di tradurre gli ottimi risultati di audience share di La7 in maggiore raccolta pubblicitaria. L’Ebitda è passato dagli 8,5 milioni del 2010 ai 9 milioni di quest’anno, mentre l’Ebit, a valle degli ammortamenti del periodo, è risultato negativo per 20,2 milioni, ma in miglioramento di 0,9 milioni rispetto ai -21,1 milioni del primo semestre 2010.

Commenti dei Lettori
News Correlate

TI Media: si riduce perdita nel primo semestre

Telecom Italia Media ha chiuso i primi sei mesi dell’esercizio 2015 con ricavi per 42,4 milioni di euro (+11,8 milioni rispetto al primo semestre 2014) e un risultato netto negativo per 0,9 milioni (-5,2 milioni nel pari periodo 2014). Scende l’indebitamento finanziario netto, pari a 251,9 milioni di euro (269,4 milioni a fine 2014).

TI Media: perdita in calo nel primo trimestre

Telecom Italia Media ha annunciato di aver chiuso il trimestre al 31 marzo con un risultato netto negativo per 0,7 milioni di euro, in riduzione rispetto ai -2,6 milioni registrati nel primo trimestre 2014. In aumento il fatturato, salito da 15,5 a 20,9 milioni di euro e l’Ebitda, passato da 3,1 a 8,8 milioni. A […]

Telecom Italia Media: giù di quasi il 2% a Piazza Affari

Telecom Italia Media in ribasso nei primi scambi a Piazza Affari, all’indomani del via libera alla fusione per incorporazione nella controllante Telecom Italia. Il titolo a Milano cede l’1,81% a 1,03 euro. Oggi in una nota Borsa Italiana ha comunicato che il titolo è stato riammesso alle contrattazioni.