Telecom Italia in calo sull'S&P, pesa decisione Authority

Inviato da Redazione il Mer, 20/07/2005 - 16:01
Quotazione: TELECOM ITALIA
Tra le peggiori performance dell'S&P/Mib nel pomeriggio c'è senza dubbio quella di Telecom Italia, che al momento cede l'1,23% posizionandosi a 2,6175 euro. Il gruppo che fa capo all'imprenditore Marco Tronchetti Provera in gironata ha reso noto di aver iniziato la sperimentazione gratuita del servizio Iptv che riguarderà, inizialmente, oltre un migliaio di famiglie a Roma, Bologna, Milano e Palermo. A pesare tuttavia nel corso della giornata odierna sono le notizie arrivate dall'Authority, che ha varato il provvedimento sul taglio delle tariffe di terminazione, che scatterà dal primo settembre 2005 fino al primo gennaio 2006. A gennaio il provvedimento dovrà essere rinnovato ed integrato con ulteriori riduzioni fino al 2007. La manovra prevede un taglio del 20% della tariffa massima, da 14,95 centesimi a 12,10 centesimi al minuto, per Tim e Vodafone. Per i clienti Telecom Italia l'Authority ha stimato un risparmio di 150 milioni di euro. "La manovra sulle tariffe di terminazione fisso-mobile", hanno commentato in un report uscito quest'oggi gli analisti di RasBank "è solo leggermente superiore al taglio di 127 milioni che avevamo assunto per quest'anno. La scelta di assogettare a vincolo anche le chiamate che terminano sul mobile ci ha sorpreso, ma avendo scelto come modalità l'imposizione di un tetto massimo che in media non dovrà essere superato dagli operatori lascia comunque spazio di manovra e non a caso l'Authority non ha identificato una stima di risparmio per tale decisione". Gli esperti di RasBank in ogni caso hanno deciso di confermare su Telecom Italia la raccomandazione "buy", con target a 3,2 euro sulle azioni ordinarie e a 2,6 sulle risparmio.
COMMENTA LA NOTIZIA