1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Telecom Italia, cda approva risultati trimestrali e cessione Hansenet

QUOTAZIONI Telecom Italia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il consiglio di amministrazione di Telecom Italia ha approvato i risultati relativi ai primi nove mesi dell’anno. L’utile netto si è attestato a 1.165 milioni di euro con un calo di 578 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del passato esercizio, calo dovuto principalmente alla svalutazione dell’avviamento di Hansenet, pari a 540 milioni di euro, effettuato con lo scopo di ricondurre il valore di carico della società tedesca al valore stimato di vendita. Il margine operativo lordo nello stesso periodo è risultato in crescita dell’1,5% rispetto ai primi nove mesi del 2008 a 8.526 milioni di euro (in termini organici l’ebidta ha segnato un calo dello 0,4% a 8.614 milioni di euro. L’ebitda margin organico è cresciuto al 42,7% da 40,9% dei primi nove mesi del passato esercizio. I ricavi sono risultati in calo del 6,2% attestandosi a 20.188 milioni di euro (-4,4% la variazione organica).

L’indebitamento finanziario netto si è attestato a 35.506 milioni di euro contro i 34.039 di fine 2008 e i 35.770 al 30 settembre 2008.

 

Con riferimento al terzo trimestre i ricavi sono scesi in termini organici del 5,6% rispetto al terzo trimestre dell’anno scorso, attestandosi a 6.764 milioni di euro. L’ebitda è sceso dell’1,1% a 2.979 milioni di euro con un calo in termini organici dello 0,4%. L’ebitda margin è salito al 44,2% contro il 41,8% dello stesso periodo del 2008.

 

L’amministratore delegato Franco Bernabè ha sottolineato come Telecom Italia prosegua nel “percorso delineato un anno fa di focalizzazione sui core market, redditività e generazione di cassa” e ha aggiunto che la cessione a Telefonica di Hansenet “permetterà al gruppo di accelerare il percorso di riduzione del debito”.

 

La cessione della società tedesca attiva nella banda larga è stata approvata oggi dallo stesso cda che ha firmato un “agreement in principle”. L’importo pattuito è pari a 900 milioni di euro e l’operazione verrà perfezionata nel primo trimestre del 2010. L’incasso derivante dalla vendita di Hansenet, si legge nel comunicato, “rende superfluo l’ulteriore ricorso al mercato” per la raccolta di nuova liquidità.