1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Telecom Italia: assemblea respinge mozione di revoca del Cda, non passa la proposta Fossati

QUOTAZIONI Telecom Italia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’assemblea di Telecom Italia sceglie di confermare il Cda. Oggi l’assise del colosso delle tlc ha respinto, con il 50,3% del capitale presente, la mozione di revoca del Consiglio avanzata da Findim; a favore della rimozione dei consiglieri si è espresso il 42,3% mentre il 7,4% ha preferito astenersi. Al momento del voto era presente il 54,26% del capitale. “La proposta è respinta, il consiglio resta in carica”, ha detto il presidente dell’assemblea Aldo Minucci.

Riunitasi a Rozzano, l’assemblea ha bocciato la tesi avanzata da Marco Fossati, titolare del 5% del capitale, di un eccessivo potere di Telefonica all’interno del board. Si tratta di un teorema non dimostrato e quindi il Cda non deve essere revocato, ha rilevato l’amministratore delegato, Marco Patuano, parlando nel corso del meeting.

“Il socio Findim si è limitato ad asserire, senza provare, l’eterodirezione di Telefonica verso il consiglio di Telecom Italia, secondo un teorema indimostrato che colpisce indifferentemente tutti, con la sola eccezione del professor Luigi Zingales”, ha detto il manager.

“Gli attuali amministratori non sono in condizioni di operare in indipendenza”, aveva invece rimarcato Fossati agitando lo spettro del conflitto di interessi in relazione ad alcune operazioni, prime tra tutte la cessione della quota in Telecom Argentina e il convertendo.

La vittoria di Telco non è stata piena poiché nel corso della votazione relativa la sostituzione dei dimissionari Franco Bernabè e Elio Catania, i candidati presentati dalla holding, Stefania Bariatti e Angelo Tantazzi, non sono stati nominati. Proposto da due soci, Fossati ha fatto sapere di non essere disponibile a ricoprire l’incarico.