1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Telecom Italia: Alierta, Telefonica non resterà azionista dopo acquisizione Gvt

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Telefonica non intende restare azionista di Telecom Italia in seguito all’acquisizione di Gvt, ex controllata brasiliana della francese Vivendi. Sono le parole del presidente del gruppo spagnolo, Cesar Alierta, in occasione dell’incontro sulle telecomunicazioni indetto all’Università Menendez Palayo, e riprese dal quotidiano Cinco Dias nella versione online. Risale a settimana scorsa la scelta di Vivendi di accettare l’offerta di Telefonica su Gvt, entrando con quest’ultima in trattative esclusive, a discapito della proposta presentata da Telecom Italia.

“Non vogliamo stare in Telecom Italia”, ha detto Alierta, nel rilevare che la compagnia spagnola “ha imparato molto” durante il periodo di presenza nell’ex monopolista di Stato e sostenendo che “il non essere italiani” è stata la principale barriera trovata da Telefonica per giungere a nuovi accordi con Telecom Italia. Il presidente del gruppo spagnolo ha ricordato che, all’inizio dell’estate, ha collocato bond convertibili in azioni di Telecom Italia. Successivamente, ha offerto a Vivendi la possibilità di acquisire l’8,3% del capitale di Telecom nell’operazione di acquisto della brasiliana Gvt.

Alierta ha poi voluto spiegare i motivi che hanno spinto Telefonica a presentare l’offerta per Gvt a Vivendi. Con Gvt “siamo complementari, era necessaria la copertura nella banda larga”. Sulle ipotesi di consolidamento nel settore delle tlc, Alierta si è limitato ad osservare che “è di fondamentale importanza che il governo brasiliano si renda conto dell’importanza che ha per l’economia il processo di digitalizzazione”.

Male Telecom Italia a Piazza Affari. Il titolo al momento sul Ftse Mib cede l’1,48% a 0,862 euro.